Autocertificazioni

Estratto intervista a capo ispettore di polizia

“Esiste l’autocertificazione che fino a prova contraria ognuno può sottoscrivere… mi accerterei che sia fatto a norma di legge e con un certo criterio… esiste un gruppo sulla rete che si sta muovendo in questo senso… sta trovando dei format con della modulistica che può aiutare le persone a staccarsi dal sistema in modo sia onorevole che rispettoso della legge.”

COSA VUOL DIRE AUTOCERTIFICARSI?

Auto-certificarsi e’ un diritto sancito per legge.

E’ una procedura semplice e profondamente consapevole, è registrare nuovamente un certificato di nascita, stavolta completo in ogni informazione, e’ un nostro formale diritto ed e’ un formale dovere per l’amministrazione prenderne atto, attraverso la registrazione a mezzo notifica, che noi utilizzeremo per dare “pubblicità” alla nostra dichiarazione.

Nessuna lotta, nessun contrasto, ma unicamente la presa di Coscienza che tutto quello a cui stiamo assistendo in rapidissima progressione, può essere arrestato, trasformato e volto nuovamente a favore dell’Uomo.

Solo una solida e consapevole azione collettiva graduale, condotta in piena legalità e senza alcuna intenzione violenta.

Si tratta di Giustizia In Amore, senza Pregiudizio.

Impariamo a conoscere chi siamo veramente e insegnamolo a chi ci e’ accanto.

Il diritto all’identità personale e sua tutela (link in allestimento)

L’AUTOCERTIFICAZIONE

Pensa, pensa, pensa è arrivata una intuizione geniale. Ma certo, la legge 445 del 2000! (scaricala qui).

In particolare l’articolo 46 (link). ci permette di autocertificare tutto ciò che riguarda il nostro stato civile.

L’amministrazione dello Stato ci invita energicamente ad utilizzare questo strumento, e noi ringraziamo!

Ora non ci resta che autocertificare la verità (link)
CondividiShare on Facebook219Tweet about this on TwitterShare on Google+3Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone